Prende il via a Nairobi in Kenya la formazione dei coordinatori di PFI che inizieranno il progetto “Il Viaggio del Prigioniero”.

Insieme a numerose nazioni provenienti da tutti i continenti, è presente anche Prison Fellowship Italia con una numerosa delegazione: insieme alla presidente Marcella Reni e alla Vice Presidente Paola Montello, anche i due coordinatori del progetto italiano Mariapia Romeo e Francesco Paolo Di Turo e, nel ruolo di interpreti, Orlando e Mary Ann D’Coste. 

“Il Viaggio del Prigioniero – dice la presidente Reni- è un progetto innovativo che si propone di portare Gesù a un milione di detenuti entro il 2023 nel mondo. Si stima che siano oltre 12.000.000 i detenuti ristretti in 18.500 carceri e molti di questi uomini e di queste donne non hanno mai ricevuto la buona notizia, ossia che Gesù ha il potere di trasformare la loro vita. Noi vogliamo aiutare i detenuti ad intraprendere un viaggio con Gesù che per primo ha fatto esperienza di ciò che loro stessi provano: paura, solitudine, alienazione, abbandono.”

Tra i ministeri nazionali di Prison Fellowship International sono presenti a Nairobi anche Ucraina, Nigeria, Namibia, Burkina Fasu e Togo, Sud Africa, Argentina, Colombia, Uganda, Costa Rica, Romania, Zimbabwe, Paraguay, Repubblica Domenicana, Guinea.

La settimana di formazione si concluderà con la visita al carcere di Nairobi.