L’ALTrA Cucina…per un pranzo d’amore

Il consueto pranzo stellato di Natale per i detenuti di quattro carceri italiane si terrà nel rispetto delle norme anti Covid-19.

L’evento si svolgerà il 21 dicembre 2020 in quattro carceri italiane contemporaneamente. Questo è l’appuntamento che ogni anno Prison Fellowship Italia, in collaborazione con il Rinnovamento nello Spirito Santo e la Fondazione Alleanza, ha con i detenuti di alcune carceri italiane.

In occasione delle festività natalizie, all’interno di alcuni Istituti penitenziari italiani, da alcuni anni vengono organizzati pranzi per i detenuti con una peculiarità: ai fornelli chef stellati e a servire ai tavoli stelle del mondo dello spettacolo: cantanti, attori, comici e personaggi dello sport che, durante il pranzo, si esibiscono per rallegrare i commensali.

Lo scopo non è soltanto quello di donare un giorno di festa a chi soffre l’esperienza dolorosa del carcere, ma anche quello di richiamare l’attenzione di tutti e coinvolgere il maggior numero di persone per far sì che il carcere – come dice Papa Francesco – possa “diventare un luogo di inclusione e di stimolo per tutta la società, perché sia più giusta, più attenta alle persone”.

Negli ultimi anni hanno offerto volontariamente il loro tempo e la loro arte: Heinz Beck, Cristina Bowerman, Anthony Genovese, Giancarlo Perbellini, Matteo Baronetto, Agostino Iacobucci, Lorenzo Cuomo, Giuseppe Iannotti, Marco Moroni, Giampiero Colli, Tommaso Arrigoni, Marianna Vitali, Gianmarco Carli, Pietro D’Agostino, Ivan Milani, Antonio Pisaniello, Filippo La Mantia, Carmine Giovinazzo.

Numerosissimi gli artisti famosi che hanno animato e condotto lo spettacolo fra i quali: Ficarra e Picone, Nek, Edoardo Bennato, Pippo Franco, Martufello, Lorella Cuccarini, Pamela Villoresi, Luca Barbarossa, Annalisa Minetti, Franco Nero, Max Diotallevi, The Sun, Beatrice Bocci, Alessandro Greco, Amara, Marco Capretti, Franco Fasano, Beatrice Fazi, Pino Campagna, Nancy Brilli, Teresa De Sio, Pupi Avati, Gianni Testa, Livia Azzariti, Paola Perego e il manager Lucio Presta, Attilio Fontana, Stefano Jurgens e molti altri.

Quest’anno a Rebibbia femminile torna Cristina Bowerman che guida il ristorante “Glass Hostaria”, che per l’occasione cucinerà insieme a Luciano Monosilio, famoso per la sua carbonara e Roy Caceres, anche lui chef stellato del ristorante “Metamorfosi”.

Lo chef stellato Emilio Barbieri del ristorante “Strada facendo” di Modena, cucinerà per i detenuti della Casa di reclusione di Castelfranco Emilia.

Marianna Vitale chef del ristorante “Sud” di Quarto (NA) cucinerà per i detenuti del carcere di Salerno.

Invece all’Istituto minorile di Cagliari – Quartucciu i pasti gourmet preparati dal famoso chef Luigi Pomata de “La prova del cuoco” arriveranno già confezionati e sigillati.

In questo tempo così difficile e sfidante, anche il più piccolo gesto fa la differenza.

Nei prossimi giorni sarà possibile avere degli approfondimenti sull’iniziativa “L’ALTrA Cucina…per un pranzo d’amore” sul nostro sito web https://www.prisonfellowshipitalia.it/ e sui nostri social @PrisonFellowshipItalia

Alessia Penna

Vuoi sostenere Prison Fellowship Italia nel progetto “L’ALTrA Cucina…per un pranzo d’amore”?