Felice Ringraziamento

Una lettera di ringraziamento da Andy Corley,

Presidente e CEO di PFI

 

Cara famiglia PFI,

Ci sono alcune belle raccolte di video su Internet di famiglie che si riuniscono con i loro cari dopo essere state separate. Non importa se la persona che ritorna è maschio o femmina, quale sia il colore della sua pelle, l’etnia o la tribù, che sia nell’esercito o un nonno, la gioia di ricevere a casa una persona cara è un’esperienza profondamente risonante ed emotiva da sperimentare o osservare.

Così sono universali le emozioni che evoca la statua che si trova nell’iconica stazione ferroviaria di St. Pancras a Londra che meravigliosamente cattura il momento dell’incontro. The Meeting Place è una scultura in bronzo alta nove metri e pesante  20 tonnellate che raffigura una coppia che si abbraccia dopo la separazione. Un meraviglioso esempio di arte emotiva.

 

Recentemente, mentre guardavo una di queste raccolte di video, mi è venuto in mente una volta in cui mi sono separato da mia figlia per due settimane, quando aveva quattro anni. Ogni notte telefonavo a casa e ogni notte Abby piangeva disperatamente  per un papà che era il 50% del significato del suo nome (Abigail Amy significa “gioia del padre; amata”). Quando finalmente rientrai a casa era tardi, e, sebbene i bambini stessero dormendo, entrai per baciare la figlia che mi era mancata così tanto. Ma quando le baciai la fronte Abby si svegliò. Dopo un paio di secondi agitati si rese conto di non star sognando; papà era effettivamente a casa. Respirò con affanno, urlò il mio nome e mi gettò violentemente le braccia al collo senza mollare.

Non dimenticherò mai quel momento.

Sappiamo che ogni bambino con un genitore in carcere deve affrontare il dolore della perdita e della separazione e ciò può essere profondamente dannoso.  Abbiamo quindi reso la visita dei genitori una componente essenziale del programma Children of Prisoners. I risultati sono stati eccezionali. E molti degli altri ministeri nazionali che non gestiscono il programma organizzano “eventi di relazione” all’interno o all’esterno della prigione che hanno lo stesso esito curativo e riparatore.

Gesù ha raccontato molte storie di momenti come questo in parabole come il figliol prodigo o il Padre amorevole (come preferisci), la moneta smarrita o la centesima pecora. Il risultato è il ricongiungimento di persone precedentemente alienate, e l’ispirazione dominante e il genio amorevole dietro il ricongiungimento è Dio stesso. Il figlio ribelle sono io … e tu … e il prigioniero.

Quest’anno è stata una sfida per tutti noi. E anche se ci siamo preparati per molte situazioni, molte di più ci hanno sorpreso e stressato. Ma se ripenso al 2020, ciò di cui sono più grato è l’amore e la fedeltà di Dio e il coraggio che abbiamo acquisito nonostante lo smarrimento. Dio si è avvicinato a noi, spesso grazie al tuo fedele sostegno; ha permesso ai nostri ministeri di servire meglio i bisogni dei prigionieri e delle loro famiglie in modi che non avrebbero altrimenti considerato se non fosse stato per la pandemia.

Grazie per aver collaborato con noi quest’anno. Abbiamo visto l’amore, la cura e la provvidenza di Dio, e confido che sia valso lo stesso per te. Sono profondamente grato per la tua generosità. È il tuo sostegno che ci consente di fornire la speranza e la buona notizia dell’amore di Dio a coloro che sono spesso ostracizzati e trascurati.

 

E per tutto questo vale la pena ringraziare.

Felice Ringraziamento,

Andy Corley
Presidente & CEO
Prison Fellowship International

Share This