AIMG_3087

Pranzo di Natale con le detenute di Rebibbia

  [Show as slideshow]1234789► Continua a leggere »

Diapositiva7

Sbarco sui social

Sbarco sui social Da oggi sbarchiamo anche sui social! Cliccando Continua a leggere »

1614270_791521027533640_9013806876390254087_o

Carcere e vittime all’università

Carcere e vittime all’università di Egle Pecora Lo scorso 19 Continua a leggere »

Amsterd_foto (10)

Summit europeo 2014

      “Preserviamo il passato, perseguiamo il futuro”   Continua a leggere »

pellegrinaggio

In oltre mille al pellegrinaggio fuori le sbarre.

In oltre mille al pellegrinaggio fuori le sbarre. In comunità Continua a leggere »

Dona Il Tuo 5 x 1.000

articolo 5x1000

“NON MURI MA PONTI: UN DIALOGO POSSIBILE E RIPARATIVO”

Locandina - Non muri ma ponti

               Tavola rotonda sul tema:

“NON MURI MA PONTI: UN DIALOGO POSSIBILE E RIPARATIVO

TRA VITTIME E AUTORI DI REATO”

Una riflessione sulla Giustizia riparativa,

nell’ambito del progetto europeo Building Bridges

L’Associazione Prison Fellowship Italia Onlus organizza,  sabato 28 marzo 2015,  alle ore 15.15, presso la Sala Consiliare del Comune di Nettuno  (viale Giacomo Matteotti, 37), la  Tavola rotonda sul tema Non muri ma ponti: un dialogo possibile e riparativo tra vittime e autori di reato”.

      L’Incontro ha lo scopo di suscitare una pubblica riflessione sulla Giustizia riparativa, nell’ambito del progetto  europeo Building Bridges. Realizzato a partire dal Progetto Sicomoro (STP), sviluppato da Prison Fellowship International (PFI) e condotto da più di 30 organizzazioni Prison Fellowship in tutto il mondo, Building Bridges intende lavorare su un dialogo possibile fra vittime e autori di reato, condividere l’opportunità di cambiare prospettiva anche in condizioni estreme di conflitto e di dolore, abbattendo le mura interiori. Inoltre,

“A scuola di riconciliazione”

Si è svolta il 5 marzo scorso a Varese la XIV Conferenza dei Giovani Alianti sul tema “A scuola di riconciliazione”, con il patrocinio e la collaborazione della Provincia e del Comune di Varese.

Ad aprire i lavori, la prof.ssa Lella Iannaccone, coordinatrice del Progetto “Giovani Alianti”.  Durante l’incontro, moderato dal giornalista Mario Visco, Marcella Reni, presidente di PFIt, ha tenuto una relazione sul tema “Repressione e riparazione. Uccidiamo il criminale? Sì per  salvare l’uomo”. Tra le diverse testimonianze, quella di Mario Congiusta, vittima della ‘ndrangheta e aderente al Progetto Sicomoro.

Pranzo di Natale con le detenute di Rebibbia

AIMG_3087